Gomasio – meno sale più sapore

17/03/2019

Gomasio – meno sale più sapore


Dal Giappone tanto sapore

Oggi affronteremo una ricetta non ricetta. Parleremo di uno dei condimenti della cucina macrobiotica più saporiti e diffusi. Il gomasio. Vedremo come si prepara un  ingrediente, più che un piatto.

Secondo la ricetta base, il gomasio nasce dall’unione di semi di sesamo tostati e sale marino integrale, in proporzioni variabili Si parte da 7 parti di sesamo per parte di sale, per arrivare fino a 30. Può essere poi arricchito con spezie, alghe e semi. È un condimento tipico della cucina asiatica, utilizzato per insaporire salse, riso e onigiri.

Notoriamente il comune sale da cucina (sale raffinato) è causa di molti problemi tra cui ipertensione, arteriosclerosi, placche arteriose, problemi di concentrazione e perdita di memoria, ritenzione idrica, edemi, acidosi. Ed è di difficile assorbimento.

Il sale marino integrale, utilizzato nella ricetta del gomasio, viene raccolto a mano e non prevede alcun processo di sbiancamento o raffinazione, è fonte di minerali e altre sostanze utili al nostro organismo. Ciò non significa che si possa abusare del sale marino integrale. Deve comunque essere utilizzato con parsimonia, ma è facilmente assorbibile. Contiene gli oligoelementi che favoriscono i processi fisiologici delle cellule e il pH alcalino, stimola il sistema immunitario, disintossica ed è energizzante.  Inoltre riattiva i processi fisiologici, nutrendo, rigenerando, depurando le cellule. Aiuta ad  espellere le scorie nocive e riattivando la microcircolazione in modo naturale (leggi anche https://www.ohanabioshop.it/blog/perche-scegliere-il-sale-marino-integrale).

Ridurre il sale senza rinunciare al gusto

Utilizzare il gomasio significa ridurre il consumo di sale senza rinunciare al gusto. Ha un buon profumo e un sapore piacevole, adatto ad ogni tipo di preparazione, soprattutto ai cereali. Per beneficiarne al meglio, va consumato a crudo, aggiungendolo a fine cottura.

Le proprietà del Gomasio

  • favorisce la digestione
  • regola l’intestino
  • è fonte di ferro
    • combatte la stanchezza
    • nutre e rafforza il sistema nervoso
    • Se consumato regolarmente, rinforza l’organismo e le difese immunitarie
    • analgesico
    • antiemetico in caso di nausea e vomito

Dosaggio degli ingredienti

Il rapporto sale -sesamo può variare, a seconda dell’utilizzo e della condizione fisica (secondo la macrobiotica):

-        se vogliamo utilizzarlo come condimento, 1 a 15-20 (1 cucchiaio di sale e 15-20 di sesamo)

-         se siamo deboli o raffreddati, possiamo ridurre la quantità di sesamo (Yin), fino ad un rapporto 1:10

-        in caso di indurimenti, accumuli, rigidità, ipertensione arteriosa, possiamo ridurre la quantità di sale (Yang) e arrivare ad un rapporto 1:30 o 1:40

-        quando fa caldo possiamo ridurre il quantitativo di sale (1:25) e quello di sesamo quando fa freddo (1:15-18).

gomasio fatto in casa

Come si prepara il Gomasio

Sciacquiamo sotto l’ acqua corrente una quindicina di cucchiaini di semi di sesamo bio.

Per evitare che prendano un gusto amarognolo, i semi di sesamo vanno tostati bagnati in una padella di acciaio, con fondo spesso.  La fiamma inizialmente deve essere alta, per asciugarli, poi abbassata, sempre mescolando. Sono pronti quando non si attaccano più al cucchiaio. Ad un certo punto, i semi di sesamo inizieranno a scoppiettare. Non preoccupiamoci. L’ importante è che non fumino.

Tostiamo quindi un cucchiaino di sale integrale fino. Questo farà perdere al sale l’ umidità. Non tutti abbiamo in casa un mortaio o suribachi e surigoji (ciotola e pestello usati in Giappone). Per frullare il sesamo, ho utilizzato un semplice frullatore ad immersione. Fermiamoci quando l’80% dei semi è tritato. Uniamo quindi il sale integrale e mescoliamo bene.

Possiamo conservare il gomasio per diversi giorni, in un contenitore chiuso.

Se non hai voglia e tempo per prepararlo, puoi sempre sceglierlo già pronto.

gomasio bio

Se ti è piaciuto l'articolo di oggi  e non vuoi perderti i prossimi, seguici sui nostri canali social

 

ig  fb g+ logo youtube logo

 

Non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter e condividere con i tuoi amici le ricette del blog di ohanabioshop

 

PRODOTTI CORRELATI