PERCHE SCEGLIERE IL SALE MARINO INTEGRALE

31/05/2018

PERCHE SCEGLIERE IL SALE MARINO INTEGRALE


sale marino integrale

Da sempre ci dicono “limita il sale”, perché? Perché il comune sale da cucina (sale raffinato) è causa di molti problemi tra cui ipertensione, arteriosclerosi, placche arteriose, problemi di concentrazione e perdita di memoria, ritenzione idrica, edemi, acidosi. Ed è di difficile assorbimento. E’ composto per l’98% da cloruro di sodio e viene sottoposto ad un processo industriale di raffinazione che lo priva degli 82 elementi terapeutici che contiene naturalmente. Il sale marino integrale è un'altra cosa.

Il sale marino integrale viene raccolto a mano e non prevede alcun processo di sbiancamento o raffinazione, conserva così minerali ed oligoelementi, che si depositano naturalmente attraverso l’evaporazione. Alla vista è grigiastro, grumoso e molto umido, completamente diverso dal sale a cui siamo abituati.  Contiene minerali e altre sostanze utili al nostro organismo tra cui calcio, magnesio, potassio, ferro, rame, fluoro, manganese, zinco e iodio, fondamentale per il benessere ed il funzionamento della tiroide.

Il sale marino integrale è facilmente assorbibile, contiene gli oligoelementi che favoriscono i processi fisiologici delle cellule e il pH alcalino, stimola il sistema immunitario, disintossica ed è  energizzante.  Inoltre  riattiva i processi fisiologici, nutrendo, rigenerando, depurando le cellule, espellendo le scorie nocive e  riattivando la microcircolazione in modo naturale.

Il sale raffinato è costituito circa per il 98% di Cloruro di Sodio, non apporta nulla ed è dannoso, il sale marino integrale, seppur da usare con moderazione,  apporta elementi fondamentali. Da sottolineare che gli elementi che costituiscono il sale marino integrale differiscono a seconda  della provenienza geografica e dal tipo di raccolta.

Il sale marino integrale può essere utilizzato anche per fare degli impacchi caldi contro i dolori articolari o muscolari e, ad esempio, per:

-          rinforzare le difese immunitarie, migliorare il transito intestinale e la digestione,  sciogliendo un cucchiaino di sale in un bicchiere di acqua tiepida. Da assumere ogni sera prima di coricarsi per un mese. Ha inoltre un effetto  antistress, antiansia e antidepressivo.

-          per denti sani, disinfiammare le gengive ed eliminare i batteri, combattere alitosi, infiammazioni della gola e faringite, fare dei risciacqui con la stessa soluzione di cui al punto precedente.

-          per un trattamento antiage e depurativo, immergere un guanto di crine nella soluzione idrosalina, (due cucchiai di sale in un litro d’acqua), e massaggiare dolcemente sul viso.

sale biologico 

Una menzione speciale per il sale rosa dell’Himalaya: non si tratta di un comune sale marino, ma di una formazione cristallina che risale a circa 250 milioni di anni.  E’composto da cloruro di sodio arricchito da calcio, potassio, magnesio, ossido di zolfo, ferro, manganese, fluoro, iodio, zinco,cromo, rame, cobalto, e altri preziosi elementi, la cui quantità può variare a seconda del filone di estrazione. Anche per questo il suo colore può variare dal rosso all’ arancione brillante.
Il sapore del sale rosa dell’Himalaya è meno aggressivo, non copre i sapori dei cibi, ma li esalta. E’ completamente assimilabile dall’intestino, che riesce a digerirlo subito, senza doverlo scomporre, non attira l’acqua quindi non è causa di ritenzione idrica.

 

Se vuoi sempre essere aggiornato su novità, promo, recensioni e ricette, seguici sui nostri social 

 

FB

IG

G+

YouTUBE

 

PRODOTTI CORRELATI